meglio tardi che mai, no?

ATTENZIONE ALLE DATE!

> —–Original Message—–
>
> Corpo e-mail : Attivazione Opzione 6 Mbit/s : –
>
> Gentile Cliente,
> siamo lieti di informarla che, a seguito di accertamenti tecnici, la sua connessione ADSL
> consente di supportare la velocità di navigazione a 6 Mbit/s.

> Sent: domenica 3 settembre 2006 23.43
> Subject: Re: Attivazione Opzione 6 Mbit/s
>
> cosa devo fare per attivare questa opzione?

> Date: Wed, 4 Oct 2006 08:41:51 +0200
> Subject: RE: Attivazione Opzione 6 Mbit/s
>
> L’opzione 6 MB risulta essere attiva e non deve fare nulla per attivarla

Il fatto che poi, in realtà, il doppino supporti solo i 4 Mbit, è un dettaglio irrilevante perchè mi hanno spiegato che a volte Telecom fa dei lavori e degrada il segnale. Quando loro hanno fatto la verifica supportavo i 6, quando ho fatto la richiesta no, solo i 4. La soluzione che mi propongono è di fare periodicamente la richiesta e sperare di incappare in un momento in cui il segnale non è degradato. Cosa che puntualmente farò, si vede che ancora non hanno capito con chi hanno a che fare 🙂

no more sms

Quando Google Calendar è stato tradotto in italiano, molti hanno giustamente segnalato la possibilità di farsi inviare i promemoria via SMS. Bene, vi annuncio che questa possibilità, per l’Italia, è stata al momento soppressa, e non ci sono indicazioni del SE e del QUANDO ritornerà.

Se anche avete fatto la verifica del numero quando era possibile, come me, continuerete a vedere correttamente il numero e la dicitura “numero verificato”, ma non riceverete nessun SMS.

Tutti in coro, dài: “GRAAAAAAAAAAAAZIE, signori gestori della telefonia mobileeeeeee

EOS 400D

Se state aspettando la prova sul campo, sarete delusi: ieri ho fatto “la prova che tutti temono”(*) e non l’ha passata.
sul sensore 1 pixel morto e 5 hot, sul display LCD 1 pixel morto.

Ho telefonato a Canon, che mi ha assegnato un numero di ticket e mi ha detto che entro 15 giorni dall’acquisto è prevista la sostituzione, non la riparazione, presso il rivenditore. Che è stato molto gentile, ha controllato, me la cambia… ma al momento le ha terminate! Arrivano in settimana… quindi non la userò per evitare potenziali danni.

Una cosa carina però l’ho vista. al contrario della 300D, la mia non ha il minidisplay vicino alla ghiera per i settaggi, tipo ISO, velocità dell’otturatore e apertura del diaframma: tutte le informazioni relative al settaggio corrente sono nel grande display, nero su sfondo bianco, molto leggibile. Appena si avvicina l’occhio al mirino però, per impedire che il bianco accecante ravvicinato dia fastidio, il display si spegne automaticamente; se si scatta passa alla visualizzazzione della foto appena catturata, se non si scatta e si allontana la macchina ritorna ai settaggi. MOLTO COMODO 🙂

(*) LA PROVA CHE TUTTI TEMONO è quella dei pixel morti. si fa così:
si imposta modo manuale, possibilmente in formato RAW (.tiff) e un tempo alto, 25 o 30 secondi. si punta la macchina da qualche parte e si fa fare il focus premendo a metà il pulsante di scatto. Poi si mette il tappo all’obbiettivo e si scatta, possibilmente in ambiente scuro per evitare “spifferi” di luce.
poi si scarica DEADPIXELTEST e si prega, eventualmente controllando su Photoshop alle coordinate che segnala il programma. I pixel morti (dead pixel) sono tipicamente bianchi, gli HOTPIXEL sono zone di rosso che dipendono spesso dal diaframma e dalla lunghezza focale utilizzata, ma che rompono lo stesso le scatole.
Nel caso in cui non siate più in garanzia, deadpixeltest vi serve per creare una mappa dei pixel difettosi e procedere alla modifica con un programma di fotoediting prima di fare una stampa che potrebbe risentire dei pixel difettosi.