ha ragione infostrada. sempre.

Oggi mi è arrivata la penultima fattura di Infostrada. La disdetta l’ho data per tempo, e il 16 novembre tutto avrà fine. Però nel foglio WIND INFORMA che gentilmente mi mette al corrente delle novità del mondo arancione c’è questo paragrafo

La informiamo che in caso di disdetta del contratto di Telefonia fissa con Telecom Italia il servizio di accesso ad internet con Libero ADSL resterà attivo.
In questo caso verrà fatturato un canone aggiuntivo di 12,88 euro/mese (IVA inclusa) necessario per coprire i costi relativi al canone che Telecom Italia impone agli operatori che forniscono servizi ADSL a clienti senza contratto di telefonia fissa.
La informiamo inoltre che, con riferimento alla presente comunicazione, potrà recedere dal suo abbonamento secondo le modalità descritte all’art. 9.8 del contratto ADSL

Mi figuro che questo mi permetta di risparmiare un mese circa di bolletta, che son 35 euri che mica ci sputo sopra… e quindi chiamo il 155.
L’operatore napoletano si prende tutto il tempo di cui ha bisogno per capire la mia domanda, posta con dovizia di particolari e in modo molto attento; dopodichè mi mette in attesa 5 minuti e poi sentenzia che posso recedere solo nel caso in cui tolga il canone Telecom.
“beh no – dico io – posso recedere dal VOSTRO contratto poichè questa è una clausola che non c’era nel contratto che ho firmato a suo tempo.”
“no, vale solo se lei toglie il canone Telecom”
“non vedo come i miei rapporti con Telecom possano modificare il mio rapporto contrattuale con voi. la prego di controllare meglio”
“no, è come le dico io. nel caso in cui tolga il canone, può recedere”
“mi sta dicendo che nel caso in cui io mi tolga di mezzo Telecom e resti solo con voi, voi mi mettete 12,88 euro in più e QUINDI io posso recedere dal contratto? restando quindi di fatto senza Telecom nè infostrada? mi sembra ci sia un errore, è sicuro che non sia come dico io?”
“no, è come dico io.”
“mi permetto di insistere”
TU TU TU TU…

Ecco, questo è quanto. Non dico che dovesse darmi ragione, per carità, ma fai più bella figura se dici “credo di non poter rispondere in maniera completa alla sua domanda, le passo un collega”.

Invece se mi sbatti il telefono in faccia provochi la reazione-tipo del Tambu inferocito coi call center: ora richiamo e siccome non posso parlare con lo stesso operatore (in realtà di solito esordisco con “siccome per la qualità del servizio tracciate le chiamate, se è disponibile mi passa l’operatore con cui ho parlato prima?”), allora per la proprietà transitiva mi sento obbligato a insultare il primo che risponde…

1-5-5