Ancora foglie d’ulivo…

Come promesso, il pacco riparatore della Compagnia del cavatappi è arrivato. E com’era prevedibile il chilo di pasta è già stato frantumato e digerito, complici due amici a pranzo domenica. Stessa ricetta di prima, da segnalare che forse l’aggiunta di mozzarella non è stato molto indovinato.
Ma tanto ho idea che le ricompriamo 🙂

Quindi, dopo San Lorenzo e la Compagnia del cavatappi, mi tocca puntare la prua di questa nave verso Inari. Sono contento che dal sud provengano molte realtà dell’e-commerce mangereccio, perchè come già detto secondo me danno dei punti a tutti, quando si parla di cibarie 🙂

Leave a Reply

14 Comments

  1. Peccato che l’ultima azienda non punti come le prime due al contatto con i clienti. Spero che prima o poi aprano un blog, o qualcosa di simile anche loro… 😉
    Ciao,
    P|xeL

  2. Qualcosa mi dice che ci stanno ascoltando… 😛
    Ciao,
    P|xeL

  3. comunque non è che si può puntare solo a chi ha un blog o regala prodotti… semplicemente io Inari non sapevo nemmeno che esistesse, prima di qualche settimana fa 🙂

  4. Barbara

    Bè visto che siamo famosi in tutto il mondo per la nostra gastronomia
    mi sembra stupido non usare internet per diffonderla no?

  5. Tambu: chissá se questo é il thread degli scoop… 😮

  6. Che poi… approfondendo la visita… un blog a riguardo lo si trova anche… 😉
    Ciao,
    P|xeL

    PS: valorizzatelo! 🙂

  7. OT: Ciauuu, ho trovato il tuo nick cercando informazioni su WordPress & Co. E’ un po’ che vorrei sfruttare lo spazio web ed il dominio per gestire il mio blog. Secondo te ce la posso fare??? Vale la pena? Bax MJ

  8. per usare la migliore piattaforma di blogging in circolazione, che si installa in 5 minuti, c’è anche in italiano, con migliaia di pagine di supporto e il più alto tasso di crescita numerica sul web? con moltissimi template e plugin, personalizzabile fino al midollo, costantemente aggiornata?

    no, sicuramente non ne vale la pena…

  9. P|xeL: mi sa che ti riferisci ad un blog che non ha nessun legame con Inari, se non per uno degli autori (che sarei io, se solo fossi autore). Sul valorizzatelo, hai pienamente ragione. Ma nacque un po’ cosí, e ora lo sto (leeeeeentamente, mea culpa) ripensando. Ma ripeto, non é un blog collegato per davvero.

    Il blog collegato per davvero é appena nato (merito tuo, che mi hai messo in moto i neuroni che dovevano occuparsi della faccenda). Sperando di valorizzarlo per davvero 🙂

  10. OT: 🙂 Illuminante come sempre! Ma secondo te ce la posso fare? Non è che sia gnucca ma non ci capisco nemmeno poi tantissimo… insomma io provo! Mi dicono che Movable Type e WP siano pressoché paritetici, confermi?

    Grassssie delle dritte

    Bax

    MJ

  11. non capisci!! WordPress è una FEDE! come avrei mai potuto provare un’altra piattaforma?

  12. O madonnina dello script, santo java, martire applet! 😀

    Ho provato ieri sera a installarlo ma ho qualche difficoltà con la configurazione sullo spazio di aruba.

    Mi sa che mi mancano dei riferimenti db e MySQL e razzi vari, insomma non funzica.

    Ma io non demordo.

    Bax

    MJ

  13. oppure, P|xeL, ti riferivi ad un altro blog, ma che é blog solo per la piattaforma, di fatto. ha un compito abbastanza circoscritto, perché Inari é molto piú. peró boh, non sapendo a quale dei due ti riferivi, accontentati con il terzo, quello che volevi tu 😀

Next ArticleGoogle Calendar non va bene per ricordare i compleanni