BzaarCamp

Chiuse le iscrizioni, unficate le liste (ma ci avrei giurato fin da subito, figurati se si potevano lasciare fuori grossissimi nomi del web italiano solo perchè non hanno avuto il tempo di iscriversi subito), domani c’è il BzaarCamp a Milano e io sono qui con la solita sensazione che mi pervade quando ho la sicurezza di perdere qualcosa di veramente epico

la statistica è una scienza esatta

Mi piace la statistica, altrimenti non potrei occuparmi di Webtrends in ufficio e smanettare con Google Analytics tutti i giorni sui siti personali. La ritengo una scienza (non esatta, come da titolo, una scienza e basta) che non dà risultati assoluti, ma può aiutare molto nelle scelte delle persone, soprattutto nel marketing.

Mi batto da anni contro le brutture del sistema, ma evidentemente ho perso in partenza, così come è utopia pensare di scrivere codice come si deve in questa azienda.
Vi riporto la conversazione appena avuta col [[SEO]]:

SEO: …ecco, quindi viene la visita ispettiva e al cliente servono quei report là…
Tambu: si, ma ti ricordi che avevo stoppato il profilo in attesa che si chiarisse la questione commerciale?
S: AH, questo è grave! cosa gli diciamo? come facciamo? dai, analizzalo e poi ci pensiamo dopo la visita…
T: eh no! ora abbiamo finito la licenza, stiamo aspettando che arrivi l’upgrade; fino ad allora è tutto bloccato.
S: argh… vabeh, ma i log li abbiamo! faccio una stima delle visite guardando la dimensione dei file
T: ah, fico! quindi oltre ad avere un profilo-porcata che attinge file di log da 10 diversi server, 10 ip diversi, 10 domini diversi, e genera un risultato sconclusionato, lo sconclusioni ulteriormente inventando il dato?
S: perchè dici che non si può fare questa cosa dei 10 siti?
T: perchè non è un cluster, non sono due server in balancing. SONO-DIECI-SITI-DIVERSI!!
S: ma i log li abbiamo, no?
T: …

la mia celletta

Dicono che le relazioni sociali da quando esiste internet siano più difficili. O meglio, sia più facile conoscere persone nuove ma sia più difficle rapportarsi con esse dal vero. A me non sembra, ma non nascondo che alcuni casi siano esemplari.

Sento spesso dire che i giovani d’oggi se ne stanno come api nelle loro cellette, tutto il giorno attaccati al PC e al telefonino, e che invece dovrebbero uscire a cercarsi una ragazza, giocare al pallone, fare amicizie… va bene, tutto ok.
Però oggi pensavo che qualcosa di buono c’è: facendo tutto online e al telefono non devi per forza avere a che fare con i miliardi di MALEDUCATI ignoranti che ammorbano i negozi e gli uffici pubblici, se ti incazzi al telefono magari sei in pigiama e ti butti sul letto, o ti apri una birra, se non hai voglia di fare la coda non la fai, e tipicamente non piove.
E in più dimagrisci 🙂

nuovi acquisti in casa Tambu

canon EOD 400dE così alla fine giunse. la Canon EOS 400D è finalmente tra le mie mani. Questa volta, per una volta, ho preferito spendere qualcosa in più e non acquistarla online, ma toccare con mano ed uscire con la scatola sottobraccio (e la garanzia italiana, vabeh…).

Ci vorrà un pochino per prendere confidenza con i settaggi e le funzioni; a prima vista posso dire che il display è bello grande (e speriamo più luminoso di quello della 350D, ma mi dicono di sì), che esce con il canonico 18-55mm, che è leggerissima e che se mi registro sul sito Canon mi regalano una CompactFlash da 512 Mega, che insomma, proprio schifo non fa…

datemi tempo qualche giorno e vedremo di postare una recensione e qualche foto di prova 😉

comodo wi-fi

In effetti della goduria di accendere il portatile a letto e navigare comodamente spaparanzati avevo sinora solo sentito dire.
Beh, ora invece mi faccio un giro sui blog, sperando di non addormentarmi col portatile in braccio 🙂

precisione spaziale

C’è una cosa che arriva da 40000 chilometri di distanza e sappiamo dal giorno prima a che ora atterra (sappiamo IL MINUTO in cui atterra) e non siamo in grado di dire con quanto ritardo arrivano i traghetti nello stretto di Messina?

naaaaaaaaaaaaahhhhhh… 🙂

Schmap Genoa guide

Come Silentman prima di me, una mia foto è candidata alla selezione finale per l’inclusione nella Schmap Genoa guide di prossima pubblicazione.

è un segno che devo partecipare a qualche concorso fotografico o è solo culo? 🙂

acquario. forse su schmap

Riprendiamoci la Telecom (e splinder)

Sebbene il mio odio verso Beppe Grillo salga ogni giorno che passa, anche se mitigato dalla scomparsa dei suoi post dall’aggregatore, devo dire che questa iniziativa è sensata e meritevole. Per una volta vorrei vedere il piccolo azionista che vince 🙂

[e intanto segnalo che alcuni valorosi guerrieri hanno fatto ripartire la campagna “…e sistema sti cazzo di feed” perchè Splinder continua a infischiarsene…


campagna pro feed

ctrl+alt+canc al telefono

microsoft WGAAvevo già provato, senza successo, a cambiare la product key di windows tempo fa. Il pc aziendale che ho in ufficio è stato messo su in fretta e furia per esigenze di tempo con un XP craccato, ma possiede regolarmente il bollino con il codice licenziato.
Stimolato da pseudotecnico ho deciso di tentare il softwarino pronto per l’uso, sperando che un passaggio e un riavvio fossero sufficienti.

OVVIAMENTE non ha funzionato, ma questa volta ho deciso di andare fino in fondo. Sollevo quindi la cornetta e chiamo il numero proposto. Il sistema propone un ID di installazione di 60 cifre, suddivise in 10 gruppi da 6. Con la tastiera a toni bisogna comporre quel numero per poi procedere.

telefonata#1:
il primo gruppo di cifre non va buon fine; lo ripeto e OK. il terzo gruppo lo devo ripetere 3 volte. Al settimo gruppo commetto un errore. I successivi tentativi inceppano il sistema. Opto per parlare con un’operatore, evidentemente indiano, che con voce da automa mi chiede due volte di ripetergli il primo gruppo di cifre. Mentre il sistema controlla cade la linea.

telefonata#2:
il primo gruppo di cifre non va a buon fine. Lo ripeto 3 volte prima di passare. il quinto gruppo lo ripeto due volte, il settimo sei volte. l’ottavo è insormontabile. premo ASTERISCO e ricomincio daccapo. il primo gruppo come sopra, tre volte. gli errori si ripetono uguali, all’ottavo si inceppa. Opto per l’operatore e stavolta risponde una donna, evidentemente straniera. Le leggo “a gruppi di 3, a gruppi di 3!! ” l’ID di installazione. Dopo le detto anche la product key che leggo sul case. Il sistema macina un po’ e lei mi restituisce una product key solo numerica da scrivere nel modulo. Premo avanti, poi fine e “grazie per aver chiamato Microsoft”.

Prego, ci mancherebbe. Da dov’è che si formatta il centralino?