non sono (ancora) morto!

lavoro! LAVORO!Questo blog viaggerà a scartamento ridotto, come il trenino di Casella, ancora per un po’.
Sto affrontando una serie di complicate questioni filosofiche-logistiche-fisiche che mi stanno spaccando la testa e la schiena.

Se sopravvivo alle ferie prese per lavorare altrove, e al successivo rientro in ufficio (o al ricovero al pronto soccorso, dipende), sarò un uomo fatto e finito 🙂

Ora cerco qualche foto decente dei Kahuna da pubblicare; se non vedete il post – nè le foto – non preoccupatevi… mi sono addormentato sulla tastiera, o sono morto 🙂