Giornata pesante (e moto a pezzi)

Questa mattina, come ogni mattina, vado in garage per prendere lo scooter e andare in ufficio.
Questa mattina Aragorn non è più lì, e non ci vuole molto a capire che non l’ha portato via il carroattrezzi.
Carabinieri di rito, loro hanno fiducia nei nuovi sistemi radar che scandagliano le targhe (ahah pensi davvero che ci girino??) poi assicurazione. Appena rientro a casa squilla il cellulare. L’hanno ritrovato!!!
“GRANDI VIGILI” urlo al telefono… “beh, un attimo, è tutta smontata, probabilmente sono stati disturbati”. Mi reco sul posto, Aragorn è a pezzi sparpagliato nel raggio di 3 metri, sul ciglio di un ruscello in un posto infossatissimo, adagiato col carter su di una pietra. Bulloni e viti ovunque, tutti i cavi tranciati. Inizio il pietoso compito della raccolta dei pezzi. Intanto chiamo Luca, tirarla fuori da lì non sarà facile. Mentre parliamo per la strada, uno scooter si dirige nella stradina: dove cazzo va? lì c’è solo il cimitero (chiuso), la mia moto e un viavai di gente che ha degli orti abusivi dall’altra parte del ruscello. Sarà il figlio di uno di questi che va a dar da mangiare alle galline…
A volte non guardare troppi polizieschi americani ti rende sordo ai segnali, o magari ti toglie da brutte situazioni, dipende… fattostà che mentre scendiamo, il ragazzo ci viene incontro e chiede dei fazzoletti di carta, glieli diamo e poco dopo vediamo mio padre, rimasto a piantonare i pezzi, che ci dice che il ragazzo è scappato appena lo ha visto. Mi giro, corro, ma lui è già a bordo dello scooter e si dilegua.
Capito? in pieno giorno la merda era venuta a controllare se c’era margine per riprendere l’attività questa notte!!

Beh, chiunque voi siate, v’è andata male, ve l’ho messo nel culo. Un furgone nell’ora di pranzo è venuto, in quattro ci siamo fatti un culo come una capanna per tirarla fuori dalla fogna dov’era, e il vostro colpo è fallito miseramente, la moto è ancora mia, è al sicuro in officina ora.

Vi metto le foto, così potete capire come cazz agiscono questi bastardi, quanto poco ci mettono a rovinare una cosa comprata col sudore di intere giornate di lavoro, magari facendo sacrifici perchè la passione per la moto è sempre la passione per la moto

http://www.flickr.com/photos/tambu/sets/72157594179209714/

ricordatevi di queste foto quando siete indecisi se comprare o no l’antifurto o mettere o no il bloccadisco.
Se si mettono in testa di fàrvela c’è poco da fare… almeno rendiamogli la vita difficile!