io voto NO

Normalmente non esplicito le mie scelte nelle votazioni politiche o referendarie, e cerco di non parlare di politica qua dentro perchè trovo sia solo una inutile fonte di litigi. Il referendum del 25-26 Giugno invece sta SOPRA la politica, poichè modifica la Costituzione italiana, dalla quale la politica dipende per composizione, stategie, scelte e quant’altro.

Quindi: perchè voto no? per una mera questione logica. Per modificare la Costituzione basta che i 2/3 della Camera e i 2/3 del Senato approvino la modifica. Se ciò non accade, e le modifiche passano a maggioranza semplice, occorre un referendum.
Ora, già vi strapaghiamo per fare le leggine e leggione che tanto ci rompono i maròni tutti i giorni, non vedo proprio perchè dovreste tediarci ANCHE con questa cosa…

Il solo fatto che esista qualcuno che invita a votare NO e qualcuno invece a votare SI significa che queste modifiche non sono condivise da tutti, quindi motivo sufficiente per non essere approvate.

In questo referendum io sono il professore e i politici gli studenti.
Io non sto bocciando la riforma costituzionale, penso tutto sommato che si possa fare qualche aggiustamento. Io voto NO e li rimando a Settembre: se si mettono d’accordo tra di loro (come peraltro GIA’ dicono che faranno – MA ALLORA CACCHIO VOLETE??) non avranno nemmeno bisogno di ripresentarsi 🙂

(si veda anche l’interessante articolo http://www.jacopofo.com/?q=node/1696 )