backup regolari di MYSQL senza cronjob

Problema: anche voi come me sviluppate siti, per comodità immaginiamo in linguaggi diversi dal php (altrimenti sarebbe tutto MOLTO più facile), vi appoggiate a MYSQL e avete hosting abbastanza economici, o comunque senza la possibilità di creare schedulazioni (cronjob). Per la salvaguardia vostra e del vostro lavoro vorreste un backup automatico, possibilmente salvato in un luogo diverso dal sito stesso.

Il primo e più annoso problema l’ho risolto cercando qualcosa di analogo all’utility di backup di WordPress, e l’ho trovato in phpmybackuppro. php è installato praticamente per default in qualsiasi webserver, anche con sistema operativo Windows, per cui non sarà assolutamente un problema farlo funzionare.
L’utility è abbastanza semplice: per prima cosa bisogna fornire le credenziali – nome user e password – dell’utente del database, poi si specificano quanti backup tenere o su quale FTP caricarli o a quale email inviarli, e per ultimo si crea (anzi, “si fa creare al programma” direttamente in una cartella con diritti di scrittura) lo script che ogni volta che viene richiamato controlla se è intercorso il tempo minimo tra i backup ed eventualmente ne genera uno nuovo.

Questo script ha estensione php, è una pagina cosiddetta “cieca” che può essere inclusa in un sito fatto in php senza stravolgerne il template; a tutti gli effetti è trasparente agli utenti.

Ma se, come me, non avete sviluppato il sito in php? non si può includere un file php dentro a un asp; sebbene tecnicamente fattibile, i due interpreti sono differenti, e delle due l’una. o il file viene processato dall’interprete dell’asp o da quello del php.

Quindi? quindi fino a ieri mi affidavo a favori di amici (“mi faresti un cronjob sul tuo server che ogni ora chiama questa pagina?”) oppure ogni tanto richiamavo io a mano la pagina, oppure piazzavo lo script come pagina iniziale di un paio di browser. Di fare un’operazione schedulata sul mio PC non avevo voglia

Ieri invece, interrogandomi su come una utility come Montastic funzionasse, mi è venuta l’idea; Montastic è un servizio di monitoraggio che avvisa in modo tempestivo sullo stato di massimo 100 siti. E’ un servizio free, e avvisa via mail o RSS: decisamente comodo. All’inizio pensavo che facesse una chiamata con metodo HEAD alla pagina che viene specificata, ieri invece mi son detto “e se invece facesse una GET completa?”
E in effetti funziona. inserendo come sito da monitorare l’indirizzo http://nomedeldominio/indirizzo-script-backup viene fatta una chiamata ogni 10 minuti, quindi potete stare certi che il vostro backup partirà regolarmente.

Personalmente me li faccio mandare su gmail, dove ho creato un’etichetta apposita e un filtro che archivia ed etichetta, almeno non li vedo nemmeno nella posta in arrivo, ma tutti belli e ordinati nella “cartella” backup 🙂

lo scandalo arbitri

Io non so se come e quanto questa storia influenzerà il futuro del calcio…
In effetti a pensarci bene non è che mi interessi più di tanto; anzi, quasi per nulla…

Però… però speriamo che invece si allarghi a macchia d’olio, e che punizioni esemplari siano prese nei confronti di TUTTI gli arbitri di serie A e B (e facciamo pure C1).

Almeno c’è speranza che Samuele Silva venga promosso nella massima serie e si metta a bloggare un po’ meno 🙂

Libero

finalmente libero. forse.Ieri sera ho letto attentamente una guida su come disdire correttamente Libero ADSL, mi sono collegato al 155 online, ho chiamato il 155, ho tirato fuori dal cassetto il contratto firmato 5 anni fa (benedetta precisinità, quando serve serve… 😀 ).

Ho parlato con l’operatore, che mi ha confermato la data di scadenza naturale del contratto, mi ha suggerito come fare la lettera; l’ho fatta invece come nel modulo prestampato del link, facendomi confermare gli indirizzi di restituzione del modem e di invio della raccomandata.

Ho anche chiesto quando sarebbe andato in pagamento l’ultimo addebito, visto che voglio chiudere anche con la CARIGE prima di Dicembre, e quindi anche la carta di credito dalla quale Infostrada ciuccia i soldi. Sono stato contento di sentirmi dire che posso anche non pagare, perchè dopo due tentativi falliti di R.I.D. mandano il bollettino a casa. Sarà un piacere sperare che si dimentichino o semplicemente aspettare di essere cercato, una volta tanto…

Ho preparato anche un modulo identico, ma riferito al servizio Pronto1055, perchè non si sa mai, meglio abbondare con le disdette. Ho fatto tutto a puntino, tutto bene, compilato bene e chiaro, stamattina l’ho spedito (con oltre 6 mesi di anticipo) ma ho come l’impressione che COMUNQUE SIA qualcosa non andrà per il verso corretto…

Z-raduno a Cortona

la zetina di kawamatLe previsioni davano pioggia, e pioggia è stata. Con la pioggia si gira meno in moto, quindi per forza di cose si sta più tempo insieme.
Posso quindi dire che il raduno è andato male?
Beh, no di certo 🙂

Il raduno è andato bene… il viaggio di andata è stato intriso di tappe, per recuperare moto lungo la strada, e tra le penne di Darkice (e della sua bella moto completamente aerografata) e una multa a Babylon, siamo arrivati a destinazione prendendo solo qualche lieve goccia d’acqua.

Non è andata meglio a tutti quelli che si sono presentati dopo, scoli e zuppi come non ne vedevo da tempo, ma felici ugualmente. Chi si è ingegnato con sacchetti di plastica, chi se ne è sbattuto e si è inzuppato, chi ha caricato la moto in macchina (GIURO!!! ci sta su un Chrysler Voyager coi sedili abbattuti!!!), chi ha dato le borse ad un amico in macchina pur di trovare indumenti asciutti una volta in ostello.

50 euro di birra regalati dallo zio Extreme, un pasto caldo e tante facce nuove, questi i temi del primo giorno.
Un giro su strada non molto “gommata”, pieghe assurde e impennate del guru, ristorante invaso da 140 persone e ritorno apocalittico quelli del secondo giorno. In particolare il gruppo si spezza in più tronconi… alcuni percorrono incessantemente una rotonda, altri allungano senza colpo ferire la strada, seguendo l’apripista (?!?!?!) e si bagnano discretamente, altri imboccano la superstrada ma prendono la grandine.

Il terzo giorno Dio disse: «Le acque che sono sotto il cielo, si raccolgano in un solo luogo e appaia l’asciutto». E così avvenne. O quasi… diciamo che siamo rimasti a quando si radunano le acque, proprio sopra Cortona…

comunque ne approfittiamo per un giro della cittadella, veramente carina, una mangiata di salumi e carni locali, la visione di rito del motoGP in clima da stadio, una partita a scacchi con conquista di un aperitivo alcolico, la cena e la serata a bere. Il giro previsto è stato annullato, e io mi rodo le mani perchè era prevista una passata completa del famoso passo di Bocca Serriola, paradiso dei motociclisti del centro Italia, e una magnata di piadina crescia ad Acqualagna, in un baretto in cui ero già stato due anni or sono e di cui il mio stomaco ricorda con dovizia ogni succulento particolare… GRRRRR!!!

Cmq sia un bel raduno… il ritorno tranquillo lungo la volterranea, amici nuovi interessanti e tanti chilometri aggiunti alle ruote. z-italia.com è un posto speciale, fatto di persone particolari… litigi furibondi nel virtuale, ban, sospensioni, scazzi nel virtuale… grande stima e amicizia, rapporti duraturi, comprensioni al volo e risate dal vivo.

A me piace, z-italia

(le foto sono sul mio account flickr)

il vero programmatore

però due picosecondi per segnalarvi il blog del “Vero Programmatore“, sulla scia del successo di quello di Chuck Norris, ce l’ho.

grandissimi i facts: “Quando il Vero Programmatore si ferma a fare benzina a un distributore IP, si meraviglia di non poterlo usare come server DHCP.” e “Al Vero Programmatore non piace Il Signore Degli Anelli. Non gli va giù che 8 Hobbit non facciano 1 Hobbyte.” 🙂

[via Antonio]

(r)esisto ancora

Sono tornato… magari un resocnoto con le foto lo faccio, prima o poi…

intanto il consulente qua viene domani, ma bisogna sanare mesi di casini e scaricabarile aziendali, più il lavoro di 10 giorni…
e a casa non va internet… :-\