vittoria fallimentare

Ammettiamolo: che qualcuno scambi il [[googlebombing]] con un attacco hacker è ridicolo, per noi che sappiamo come funziona. Che qualche politico lo faccia, e attivi la Polizia prima di informarsi lo è forse ancora di più (vedi anche due post di Massimo Mantellini: un paese moderno e mi inserisco online)

Che invece questi riescano DAVVERO a far cambiare le [[SERP]] (pagine dei risultati) a Google è una sconfitta enorme, per noi e per il web.

Il fatto che Google, per limitare il bombing, abbia semplicemente bannato la pagina della biografia di Berlusconi è una grande vittoria (guarda una ricerca con chiave specifica per tirare fuori quella pagina, compare solo la versione inglese 🙂 )

Leave a Reply

7 Comments

  1. chiara

    "and has a degree in law" fa ridere anche in inglese 🙂

  2. Pingback: L’Intempestiva :: Su avanti :: April :: 2006

  3. Come ben sai sono un po’ ignorante da questo punto di vista… Ma il fatto che la pagina italiana non compaia piu`, non dipende dal fatto che nei nell’header della pagina sia stato inserito (che invece non e` presente in quella inglese)?

    Non credo che google si metta a bannare le pagine di suo…

  4. Ehm… il motore dei commenti deve avere dei filtri sui caratteri “maggiore” e “minore”…

    Il testo era […] non dipende dal fatto che nei [minore]meta xyz[maggiore] nell’header della pagina sia stato inserito [minore]meta name=”googlebot” content=”noindex, nofollow” /[maggiore](che invece non e` presente in quella inglese)?[…]

  5. quell’accorgimento non avrebbe effetto immediato. E’ stato Google su richiesta

  6. ….caro Tambu, sto capendo dalla Carige in poi che sei un “buon guastatore”…mi piace questa cosa….mi piace….

Next Articleun'azienda moderna...