(S)blog?

C’è in giro un acronimo abbastanza famoso sull’amore di Google verso l’indicizzazione dei blog.

B
.est
L.ocated
O.n
G.oogle

Eppure… eppure mi sono accorto che da qualche tempo perdo posizioni, nonostante non abbia fatto nulla nè per incrementare nè ovviamente per diminuire il mio posizionamento.
Con la chiave di ricerca “tambu” ero primo fino a qualche tempo fa (ehm…. “come è giusto che sia” 😉 ); ora sono tornato secondo. Addirittura guardando ai due datacenter ove è attivo BigDaddy passo a ottavo e nono, rispettivamente.
[link: Matt Cutts parla dei datacenter Bigdaddy]

D’accordo che il 27 Dicembre c’è stato un refresh generale dei dati di Google su tutti i datacenter, ma siamo all’inizio della fine? 🙁

(l’unica nota positiva è che sono finito in nona pagina con l’odiata keyword che mi tormentava, che non ripeto per evitare di reiterare il giochetto, comunque intendo quella del dominio del noto comico genovese…)

l’RSS dell’ANSA

a proposito di fanculizzazioni dell’ANSA (che ve lo dico, sta perdendo punti a stecca in questi ultimi tempi):

Qualcuno di voi ha nei propri feed qualche rss dell’ANSA? avete notato anche voi che tutti hanno come ora “01:00 AM”, per cui se li ordinati cronologicamente i NUOVI articoli finiscono PRIMA di quelli letti l’ora precedente? Continue reading…

Google Analytics non conteggia

Ciao Tambu,
ho notato che i numeri di Google Analytics e quelli di altre forme di analisi sono discordanti

La spiegazione è abbastanza semplice: Google Analytics, al pari di molti altri sistemi simili (non ultimo il colosso Webtrends on-demand) usano un javascript per raccogliere le informazioni relative alla navigazione e agli altri parametri che poi inviano al server che farà l’analisi.
I programmi di spam, comment spam, trackback spam, referrer spam, hanno javascript disabilitato per poter infilarsi anche dove qualcuno ha tentato di prevenirli, per cui non concorrono alla formazione dei numeri delle nostre statistiche (nè, se mi è concessa una valutazione personale, ci dovrebbe interessare di conteggiarli).

Sistemi come Phpstats, usano includere un file php o del codice html, che viene eseguito comuneque anche dagli spambot, mentre sistemi basati sui file di log sono vittima del cosiddetto “referrer spam” ovvero migliaia di righe di log generate da un referrer che è il sito di spam. (purtroppo nel mio hosting la rotazione dei log ha già cancellato i giorni in cui sono stato vittima di un pesante referrer spam, altrimenti vi incollavo un pezzo dimostrativo)