cerchi Silentman.it?

stai cercando Silentman.it? non sopporti l’idea che il tuo aggregatore preferito riporti un errore quando arriva a cercare i suoi nuovi post? probabilmente hai anche provato, seccato, ad aprire la sua homepage nel browser, operazione che – ammettilo – non facevi da oltre due mesi… bene, avrai notato che il webserver non risponde e quindi hai cercato su Google per verificare di averlo scritto giusto. E quindi probabilmente sei infine arrivato qui…

la notizia cattiva è che io non sono ovviamente Silentman.it, quella buona è che lui non ha chiuso ed è ancora vivo e vegeto. Il suo server verrà fisicamente trasferito, con calma, in un altro datacenter, appena ne trovano uno disposto ad accoglierlo 😉

Abbiate pazienza…
Ho avuto il permesso di pubblicare il suo ultimo post, visto che gli hanno spento la macchina sotto al naso proprio mentre, fantozzianamente, stava per premete “publish” 😛

zion:~# uptime
08:29:59 up 355 days, 12:45, 1 user, load average: 0.33, 0.19, 0.11
isengard:~# uptime
08:30:35 up 355 days, 12:46, 1 user, load average: 0.04, 0.07, 0.01
zion, che ospita questo blog (e altri servizi), e isengard, nato come ircd su Azzurra IRC Network, vanno offline dopo anni di onorato servizio.
Questo post, principalmente, serve a ringraziare Alberto che ha messo a disposizione l’hardware e Max che mi ha aiutato a gestire le macchine.

eh eh ;)

roba seria eh… 😛

< !DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.1//EN" "http://www.w3.org/TR/xhtml11/DTD/xhtml11.dtd">
< html xml:lang="it">
< head>
< meta content="text/html; charset=UTF-8" http-equiv="content-type" />
< title>Regione Autonoma della Sardegna - Home page< /title>
< script type="text/javascript" src="http://www.google-analytics.com/urchin.js">
var dummy=0;
< /script>
< script type="text/javascript">
_uacct = "UA - 129878 - 1";
urchinTracker();
< /script>
< /head>< /html>

siccome il limite di utilizzo è di 5000000 di page views al mese… o la Regione Sardegna fa poco traffico, o ha un account ADWORD 😉
(NdR se si possiede un account adword il limite sparisce)

fidarsi del trasporto pubblico?

logo AMTno, mai!
ho quasi sempre lavorato in centro città. turnista privilegiato, avevo un posto auto aziendale al coperto che mi consentiva di andare e venire in macchina o scooter a qualsiasi ora. Poi quel posto svanì e ne ebbi uno in un palazzo vicino, senza turni e senza posteggio. Iniziai ad usare l’autobus con soddisfazione mediocre. Anche quel lavoro finì e fui trasferito dalla parte opposta della città, cosa che mi costringeva a prendere due autobus e un treno e ad impiegarci ALMENO un’ora e mezza a viaggio ogni giorno.

Per la mia salute fisica e mentale ri-comprai uno scooter, che uso tutt’ora nonostante sia tornato in centro. Perchè? ma è facile:
– quando vado in palestra finisco a un’ora in cui i mezzi verso la mia zona sono ridotti all’osso.
– la metropolitana, casomai mi servisse andare in quella direzione, chiude inspiegabilmente ALLE 21!!!
– ho lasciato lo scooter dall’ufficio Giovedì, per la neve. Stamattina prendo il bus da casa per venire qui, prima volta dopo oltre un anno..

… e NATURALMENTE SALTA LA CORSA!!!
ma strabafangule, AMT!!

mr. muscolo

Ho sognato che assaltavamo un luogo in cima a una montagna facendoci catapultare (probabilmente perchè ho visto distrattamente la battaglia finale del Signore degli anelli 3 sabato sera); questo luogo era una specie di beauty farm – centro benessere. Uscivo dalla mia stanza per fare la doccia (ancora la doccia in un sogno…) ma dimenticavo non so cosa e tornavo in camera. Sbagliavo camera e il proprietario si adirava molto. Tanto che dopo poco ingaggiava una riga di scagnozzi militari per farmela pagare. Ma io ero stranamente tranquillo. Stringevo i pugni e le braccia mi raddoppiavano istantaneamente in volume della muscolatura.

Il primo (un ragazzo che viene in palestra NdR) lo levavo di mezzo abbastanza facilmente. Per gli altri ricadevo nel più classico dei classici dei sogni della mia vita, il ritornello che mi porto dietro da sempre: li picchiavo a più non posso, nei modi più crudeli e tentando di fargli il più male possibile, ma loro nulla, sempre in piedi e senza accusare niente.

cosa diamine vorrà mai dire, a parte la classica interpretazione “ti senti in grado di cambiare molte cose con le tue forze, ma sai che non potrai farlo a causa di eventi che non dipendono da te.” ???

9 aprile?

Aggiungere giorni alla legislatura dopo 5 anni mi ricorda molto quando mia mamma mi diceva: “ora basta con quel videogioco, è tutto il pomeriggio che non ti stacchi da lì

“ancora un minutino, mà”
“l’ultima, dai”
“solo 5 minuti, davvero!”
“tipregotipregotiprego devo finire il quadro”

strane abitudini in dolby surround

infatti erano 5 e ora sono 5+1 🙂

Cronachesorprese mi ha fatto ricordare di una strana abitudine che mi sono completamente dimenticato di citare nel relativo post, ma che non può non entrare di diritto nella top 5:

– quando vado al cinema conservo gelosamente il biglietto. Quando torno a casa ci scrivo dietro con chi ero. Se non sono presenti sul biglietto anche le informazioni come “nome del cinema” e “data” e poi li pinzo in un quadernone. Questo dal 1989 (Batman al cinema Orfeo, con Francesco e Furio) a oggi, cioè da quando ho iniziato ad andare da solo al cinema.
All’inizio li tenevo nel portafogli. Poi lo persi. Mi sembrava un affronto indicibile, di aver buttato un lavoro immane. Così decisi di rifarli tutti, fotocopiando un singolo biglietto e mettendomi di buona lena a ricordare.

Per fortuna prima di iniziare qualcuno mi fece riavere il portafogli nella cassetta della posta 🙂

questa palla di mondo

la neve!!in questo momento nevica orizzontalmente…. dalla finestra del mio ufficio vedo i fiocchi passare velocemente e, arrivati dall’altra parte della strada, curvare verso sinistra per poi tornare indietro come se ci fosse un cilindro trasparente.

O forse è una sfera, e noi viviamo davvero dentro una bolla che qualcuno ogni tanto capovolge e scuote per farci sorridere 🙂