oltre il capolinea…

CENTRO!In una grande azienda vivono e convivono diverse realtà, svariati personaggi. E’ piuttosto normale che alcuni siano fuori di testa, ed è altrettanto frequente vedere o sentire cose che noi umani…
mi riferisco anche (e soprattutto) a persone con uno scarso rapporto con l’acqua corrente, e la loro scia di odori e puzze; persone insospettabili che non hai mai visto lavarsi i denti dopo pranzo o che – peggio ancora – usciti dal bagno inforcano direttamente la porta senza passare dal via: il lavabo.
Esiste però un’altra categoria che si affianca alla precedente, una categoria di esseri umani disgustosi che fa della disobbedienza civile il proprio segno distintivo, facendone pagare le conseguenze a noi tutti poveri impiegati indifesi.
Se prima avevamo a che fare solo con “zebra-man”, l’uomo stanco che non ha la forza di alzare lo spazzolone per provvedere alla dovuta pulizia della ceramica durante il risciacquo, ora si sono affiancati due nuovi esemplari (oppure il signore ha affinato la propria tecnica, stanco dei cartelli minatori e delle minacce che perpetriamo).
L’omuncolo in questione non ha mai avuto le freccette da bambino, o ha una mira pessima. Oppure tende a dimezzare la quantità dei bagni disponibili sicuro del fatto che nessuno oserà mai asciugare i suoi residui, ovunque essi siano. E ancora, e poi la smetto giuro, spalma i suoi “capperi” sulle pareti del bagno invece di portarsi da leggere Topolino come facciamo tutti.

Mi viene disgusto solo a scriverle, queste cose, ma è giusto che sappiate. Casomai un giorno incontraste qualcuno della mia azienda e questi vi tendesse la mano 🙂