referrerrrrrrrral

giunto alla soglia delle 4000 visite su questo dominio dovrei fare un post di riassunto dei miei referrer… ma devo aver fatto qualche mossa sbagliata nei mesi scorsi, perchè sono letteralmente TEMPESTATO di persone che arrivano su questo blog cercando… beh ecco… ok ve lo dico:

supertelegattone (il 6,83% , ricerca con la quale figuro sicuramente in prima pagina di Google) e maurizio seimandi (il 9,17% degli arrivi, addirittura secondo assoluto su Google in questo momento!!)…
e non passa giorno senza che questi numeri si incrementino…

alcune chicche però ci sono, e sono nascoste nei meandri bassi delle tabelle, alla voce “1 referrer”:
– lamer wordpress query
– il mondo dei criceti
– dammi numeri buoni lotto
– beati.mp3
– esseri umani mostruosi
– sciaquoni
– feticisti dei piedi
– come costruire una bomba a mano

un paccone di gente arriva qua cercando cose associate a “SKYBLOG”… cosa c’entrerà mai il buon cristian? 😀 😀

si corre!

E così Apple ha presentato l’Ipod Video… beh, niente di nuovo tutto sommato, era ampiamente previsto.

Ieri Apple ha perso l’11% in borsa, perchè ha guadagnato un pacco di soldi vendndo gli Ipod. No, non ho scritto “perso” soldi, ho scritto “GUADAGNATO”. Il problema è che non ha GUADAGNATO abbastanza soldi, non ha venduto ABBASTANZA Ipod

A mandare giu’ il titolo ci hanno pensato innanzitutto i ricavi, saliti si’ del 57% a 3,68 miliardi di dollari, ma sotto le stime che erano di 3,74 miliardi. Ma a deludere le aspettative degli addetti ai lavori sono state in particolare le vendite di IPod, vale a dire del player musicale che ha fatto negli ultimi tempi le fortune della societa’, anche in Borsa. In quest’ ultimo caso infatti ci si e’ attestati su 6,45 milioni di consegne, quando invece le previsioni degli analisti propendevano per una forchetta di 6,7/8,5 milioni di unita’.

fonte ANSA

beh, ora mi chiedo: è possibile? non si può nemmeno più investire i propri soldi in una azienda che AUMENTA A DISMISURA gli introiti, perchè non li aumenta almeno quanto indicano gli analisti?

Il nocciolo del problema è che i bilanci sono annuali, gli annunci sull’andamento delle società sono trimestrali, ma la gente NON PUO’ compare un Ipod ogni 3 mesi… dall’introduzione del Nano sono passate 4 settimane, e i lanci di nuovi prodotti si susseguono sempre più serrati. Se avessi comprato un Ipod di “ultima generazione” due mesi fa, mi girerebbero VORTICOSAMENTE i coglioni per via di questo nuovo Ipod Video; alla facciazza della legge di Moore, gli strateghi del marketing non hanno altra scelta se non quella di buttare sul mercato roba nuova e pregare che la gente la compri.

Ma la gente s’è un po’ rotta le scatole di questa babele tecnologica, ho idea. E speriamo che il fondo in cui investo non abbia azioni Apple, che ha incrementato SOLO del 57% i ricavi, e fa brutto…

un aiuto subito

40mila mortiscusate, non trovo il numero a cui mandare i miei SMS con 1 euro di aiuto per il terremoto in Pakistan…

come? ah non c’è nessun movimento di invio aiuti? nessuna gara di solidarietà? ah ok… va bene :-\

archivi

non ho resistito 🙂
un paio di giorni fa Nervo mi ha indicato una via per importare i vecchi post di splinder qua dentro… avevo paura di fare un casino e avevo sentenziato che non lo avrei fatto… oggi invece ho avuto qualche minuto, prima ho backuppato tutto per bene e poi ho proceduto.

sono un vero Geek 😛

ora qualcuno potrebbe però suggerirmi un plugin che compatti l’archivio ALLO STESSO IDENTICO MODO di splinder, cioè l’anno corrente espanso, e gli anni passati “collapsed” ma che si espandono al click. Ne ho provati 3 finora ma nessuno fa quel che cerco…

graaaaaaaaaaaaaaaaaaaaazzie 🙂

il battesimo

Oggi, casomai ancora avessi avuto dubbi, ho definitivamente capito da dove viene la verve per le domande senza senso di mia madre… ovviamente parlo di mia nonna 🙂

In quel tempo accadde che Tambu e alcuni parenti fossero invitati ad un battesimo con rito greco-ortodosso, tra l’altro una della cerimonie più lunghe e meno comprensibili dell’universo conosciuto, essendo officiata in greco antico 🙂
Alla fine, passeggiando verso la macchina, mia nonna estrae il capolavoro:
MadrediTheMum: “ecco vedi, TheMum, qua ci vengono ogni settimana persone per la messa… persone che parlano magari greco e italiano”

Ma va? in un’ora e mezza mi viene bene che nessuno m’ha rivolto la parola, che al massimo riuscivo a dire “Ego soi Vassilissa”, come il film “Mediterraneo” mi ha insegnato 😛

mentre più tardi mia madre risponde per le rime illustrandomi il modo in cui i miei cugini educano la piccola

TheMum: “…perchè sai, lei le parla in greco… così si abitua da subito a parlare due lingue… greco… e italiano”

ACC! avrei detto portoghese e hindi… 🙂

risotto alle melanzane

The Mum: “com’è il risotto alle melanzane? volevo fare qualcosa di diverso…”
Tambu: CHOMP! “insomma… quello ai funghi è 10 volte meglio, questo è solo mediocre”
IlBabbo: “infatti… per non parlare della focaccia-materasso alla salvia…”
The Mum: “OOOOOOOO ma allora!!! A ME PIACE COSI’!!! MI PIACE ALTA, la focaccia… permetti che OGNI TANTO faccio le cose come piacciono a me? una volta come piacciono a Tambu, una volta come piacciono a te e una come piacciono a me!”
IlBabbo: “…”

Tambu blocca la forchetta a mezz’aria

The Mum: “… una volta come piacciono a te, una come piacciono a me, e TRE come piacciono a Tambu”

Tambu riprende il movimento e porta la forchetta alla bocca, compiaciuto 🙂

Adomedia Macrodobe

Un collega a pranzo mi ha fatto notare la bontà dell’operazione di acquisizione di Macromedia da parte di Adobe.

Adobe fa FOTOshop, Macromedia fa FLASH

…se trovano uno che fa anche i cavalletti fanno il set completo 😛

installare WordPress su Altervista

non credo che ci siano dubbi sulla fattibilità della cosa… visto che l’ho appena fatto 🙂

comunque sia vi racconto come si fa, almeno mi sento utile:
Per prima cosa occorre un account su Altervista: potete crearlo dalla pagina http://www.altervista.org/iscrizione.php. In secondo luogo facciamo un excursus sulla politica di Altervista: essa si basa sul concetto di ALTERCENTS, ovvero dei crediti “virtuali” accumulabili tramite campagne pubblicitarie fatte di banner pay-per-view o pay-per-click nei propri siti, oppure semplicemente pagando di tasca propria (facendo una telefonata o con carta di credito). In realtà se qualcuno ne avesse proprio in avanzo potrebbe anche farsi fare un BONIFICO da Altervista e trarne guadagno reale, ma credo che questa ipotesi sia limitata a pochissimi fortunati.

Il database MYSQL ha i seguenti costi, in altercents:
Continue reading…

Il Professore

Il Professore
Volevo anche spendere 2 parole per il Professore, Franco Scoglio.
Sono sampdoriano, ma mi è sempre stato simpatico per via del suo modo di fare, sfrontato e sbruffone (come quando mise fuori squadra il figlio di Gheddafi, venendo licenziato 2 giorni dopo) e delle sue esagerazioni (nonchè per via della sua sicilianità). Aveva capito prima di molti altri che il calcio moderno sarebbe stato fatto di mera spettacolarizzazione, e penso che infatti si fosse adattato meglio ai palcoscenici televisivi che alle panchine. Il modo e il luogo in cui se ne è andato mi hanno lasciato subito sbigottito, ma a pensarci ora credo fossero veramente gli unici in cui avrebbe potuto farlo restando, appunto, Franco Scoglio.

l’arte di sopravvivere

la premessa è tutto sommato semplice: non sono capace a programmare. E per una serie abbastanza ampia di motivi e dubbi personali non ho grosso modo di imparare. E, coincidenza delle conicidenze, per lavorare mi è richiesto proprio di programmare. Quando dico “programmare” in realtà intendo “scrivere codice per il web”, che mi rendo conto essere altra cosa rispetto a scrivere un programma in C#, ma concedetemi la comodità.

Come vivo quindi? di espedienti, di copia e incolla e della pazienza dei miei colleghi. Ma ho idea che presto finirà; non la pazienza, spero, ma l’arrabattarsi per sopravvivere, il bluff.

Nella moderna giungla del web, voi su cosa puntereste esattamente? ASP.NET? php? Ajax?

Niente, è che sono demoralizzato perchè in due giorni non son manco riuscito a scrivere un menù a 2 livelli che stesse in un array 🙁 🙁