l’inventatasse

E così il lotto da oggi ha una terza estrazione. E così, all’incirca, la spesa del giocatore regolare si incrementa del 50%. Quindi, sempre a spanne, le entrate dell’Erario si spera salgano del 50%.

Vien da sè che questo calcolo è destinato a fallire, e probabilmente al Governo lo sanno, perchè il gioco è una febbre, è vero, ma non tutti sono così malati da pignorarsi la casa per giocare. Qualcuno si dimenticherà di giocare, i numeri usciranno PROPRIO QUANDO non avrà giocato, costui si arrabbierà e reagirà con un “basta, non ci gioco più”.
Da una parte sono anche contento, sia chiaro… se *DAVVERO* mi diminuissero le tasse e aumentassero solo le cose di cui mi importa poco potrei ben esserne solo che felice; ma:
1) le mie tasse non sono affatto diminuite. Apprendo da un giornale che, purtroppo, faccio parte di quella categoria che non trae nessun beneficio dalla generosità di Berlusconi.
2) siccome questi sparano ad alzo zero, è facile che becchino anche me.
3) ho già tastato con mano alcuni metodi “di ritorno” che le amministrazioni, poverine, sono costrette a usare per rimpinguare le infelici casse.

Quindi ho avuto un’idea brillante. Perchè farsi del sangue marcio ad ogni nuovo balzello, tassa, rinvio di taglio aliquota, eccetera? Perchè non fare un unico grande e DEFINITIVO aumento delle imposte (dirette, indirette, visibili e nascoste)?

vai col concorso:
INVENTA IL BALZELLO!(aut. min. rich.)

I partecipanti dovranno cimentarsi in una difficile operazione di marketing-strategico. Obiettivo del concorso è inventare il modo più semplice, pulito e legale di far tornare le casse dell’Erario ai fasti che meritano. Sono ammessi brainstorming, ma solo al di fuori di questo blog. Le soluzioni proposte dovranno essere RIGOROSAMENTE applicabili e reali. Le migliori idee saranno sottoposte al vaglio del primo Consiglio dei Ministri di Dicembre, in modo che il 2006 possa iniziare sotto la stella migliore.

Ed ecco le mie proposte:

  • Un autovelox su ogni rampa Telepass, rigorosamente tarato a 30 all’ora e sprovvisto di tolleranza (che poi se c’è la tolleranza va tarato e ‘ste zecche fanno i ricorsi al TAR, GdP, Consulta, Cassazione e menate)
  • Una data di scadenza per i pneumatici, non superiore all’anno (che così son pure più sicuri, e invece di controllare la pressione, a ‘ste zecche, gli facciamo cambiare la gomma e staranno anche più tranquilli)
  • Una tassa sul tag < body > 🙂