Segway

lo chiamano anche GingerOggi ho provato il Segway. Se non sapete cosa sia un Segway (altrimenti noto come “Ginger”) siete troppo OUT per stare nel mio blog. Pussate via! 😉 😉

Scherzo, ora ve lo racconto. Segway è un rivoluzionario mezzo di trasporto a due ruote, tecnologicamente avanzatissimo e dal costo “relativamente” basso. Ho avuto modo di provarlo in un negozio in centro e devo dirvela tutta… è una bomba!
Si presenta come una pedana poco più grossa di due piedi, con due grandi ruote e un lungo manubrio. viene fornito comprensivo di 3 chiavette elettroniche, grandi come un bottone. una imposta la velocità massima a 6 Km/h, una a 10 e una a 20. Una volta inserita la chiavetta desiderata il mezzo si accende, e resta in piedi da solo. Sì, resta in piedi DA SOLO. E’ dotato di 10 sensori e una quantità indefinita di giroscopi, che sanno sempre come è orientato e come è sbilanciato il mezzo, per cui l’unica cosa da fare è salire…
Una volta a bordo il mezzo prende le misure da solo, calcolando il peso della persona e le relative accelerazioni possibili. sulla sinistra del manubrio c’è una manopola, ma NON è l’acceleratore (tant’evvero che sta sulla sinistra per non confonderlo…) ruoti in avanti, Segway gira si sè stesso in senso orario, ruoti indietro e gira in senso antiorario. basta.
basta? si, basta. il resto dei movimenti sono talmente intuitivi che è quasi imabarazzante doverli descrivere… sposti il peso in avanti, poco, e lui si muove poco in avanti. Sposti il peso di più e lui accelera fino alla velocità massima impostata dalla chiavetta. Stai andando contro un muro? l’istinto ti fa tirare il busto indietro, e Segway frena (ovviamente funziona anche per la retromarcia, stesso principio a movimenti invertiti). questo + la manopola sono sufficienti ad effettuare tutte le operazioni possibili. comunque, c’è un gradino? ti ci appoggi, dai un colpetto di busto in avanti e lui sale. ci sono delle scale? lo lasci in stand-by, scendi e lo tiri dietro di te mentre sali le scale, tenendo la manopola girata. lui gira le ruote e ti segue, un gradino alla volta, come un cagnolino…

Il modello che ho visto io costa 6000 euro, ai quali sarebbe meglio aggiungere il costo di una batteria al litio, di più lunga durata. Sembrerebbe un costo elevato, ma la tecnologia che ci sta sotto, sebbene a noi sia rivelata solo attraverso dei lievi BZZZZZZ, è molto complicata. Io non dico che tra qualche anno ci saranno solo Segway in giro, sebbene sia un entusiasta tecnologico irrimediabile, dico però che ci sono determinate realtà nelle quali diverrà un preziosissimo strumento. Penso a luoghi lavorativi enormi, fabbriche o capannoni, aeroporti, ad esempio. Penso a centri cittadini preda di emissioni inquinanti soffocanti. Penso ad alcune categorie di disabili alle quali la sedia a rotelle motorizzata non permette tanta libertà quanta il Segway. Penso che tutto sommato è sostituibile allo scooter, occupa 1/3 del posto ed è omologato al pari di una sedia a rotelle. marciapiedi, piste ciclabili, attraversamenti pedonali, tutto è consentito… addirittura saremmo in diritto di entrare in un negozio senza scendere.

Secondo me SEGWAY è la ‘next big thing’ non informatica del mondo 😉

Leave a Reply

19 Comments

  1. hardla

    non so, mi ricorda tanto la cara vecchia C5 – C10 di Sir Clive Sinclair. la next big thing degli anni ’80.

  2. hardla

    parbleu, je suis francais ce soir!

  3. estrellita

    se non calcolasse il peso sarebbe perfetta 😉

  4. hardla: il DB degli IP a volte non è molto accurato 🙂 cmq provala se ti capita. è al DAINESE pro-shop, viale brigate bisagno.

    estrellita: se non altro è discreto e non lo comunica in giro… serve a lui per i suoi calcoli sulle accelerazioni 😛 😛

  5. lacuoca

    dove l’hai provata?

  6. hardla

    forse perché uso tele2, mah. se ci capito magari la provo, non ho dubbi su ciò che scrivi, mi fido del tuo giudizio, i miei dubbi nascono dal fatto che spesso tra una buona tecnologia o idea e un successo commerciale ci sono dei passi intermedi che non sono automatici.

  7. Nervo

    La cosa più buffa di questo arnese è che era stata provata in versione beta da Bush Jr. Siccome era una versione beta, quando son finite le batterie lui è rotolato per terra…ora credo abbiano messo un blocco 🙂
    Comunque sono perfettamente d’accordo con te: è una figata pazzesca!

  8. marty

    Bello! meglio della bici!!! ha due soli “difetti”: il prezzo terrificante (oppure sono le mie tasche vuote…non so…), e manca un cestino per la spesa o roba simile (tipo valigia da lavoro).
    Ma te lo immagini la Super-Marty in tribunale con quest’arnese…FIGATA!!!
    Ciao Marty.

  9. val.angel

    …da qualche parte in nord italia è usato dai poliziotti che fanno le ronde per i quartieri, mi pare di ricordare sul giornale un servizio che ne parlava qualche tempo fa…

  10. Miss TicoTico

    Justo due righe per dirti che il tuo blog mi è piaciuto: l’ho trovato interessante e divertente (lo so, sono due parole inflazionate, ma perché privarmene?!? ;o) Di solito trovo blog che sono solo una delle due cose…

    Salut,
    Miss TicoTico

  11. val: a Ravenna 🙂

    marty: ne esistono svariati modelli, alcuni anche con cestino e borse laterali 😉

  12. sig.naFelicita

    insomma è una bilancia con le ruote!

  13. miss ticotico: grazie. sarei curioso anche di sapere COME hai trovato il mio blog. essendo di recente creazione questi meccanismi mi incuiriosiscono 🙂

  14. Morganalarossa

    Bello e’ bello, super tecnologico nessuno lo discute, ma… spendiamo sempre piu’ denaro per andare a muovere le terga in palestra, e poi neanche piu’ camminiamo a piedi??;-D

    Insomma, servisse a sostituire gli scooter o le auto, andrebbe bene, ma con la velocita’ che compie, mi restano seri dubbi…

  15. beh, nel traffico cittadino la media che si tiene non è molto superiore ai 20 all’ora eh 😉

    è una via di mezzo. più veloce che andare a piedi, ma meno di uno scooter. per cui i giri che potrai fare saranno dimensionati di conseguenza.

  16. chrx

    Lo stesso dubbio è venuto a me: a quelle velocità, piuttosto vado a piedi :-o!
    Ne ho visti due qualche settimana fa e mi hanno un po’ dato l’impressione di quelle diavolerie da ricconi che proprio hanno quegli n-mila euro che gli avanzano in tasca e non sanno cosa farne. Ero in auto, ho provato uno strano impulso di tirare dritto e metterli sotto, ma per fortuna poi mi sono trattenuto ;)…

  17. Ciao Tambu!
    Ci sarai ancora? Bohhh…
    Comunque sia, dici bene nel tuo intervento.
    Io sono disaile, senza una gamba da sotto al ginocchio…
    Ho problemi a camminare e a volte vorrei anche farlo, ma come puoi immaginare, non è facile… Soprattutto in casi come il mio, con MOOOOlti problemi, dovuti soprattutto dal come sia arrivato al farmi amputare.
    Si, c’è gente che vorre e fa le gare a piedi, ma magari non hanno avuto i 19 interventi e dopo 10 anni sono ancora a cercare di disintossicarsi dai farmaci e a cercare pace, dal dolore!
    Comunque, io stò cercando di farmelo dare dall’asl, e spero tanto di poetrlo avere, ormai, per la prossima estate! Così invece di star seduto a guardare la gente che passa, possa anche io “passeggiarci” in mezzo!

    Credo che più categorie di disabili potrebbero avere questo mezzo, solo che, a volte bisogna metterci sopra la differenza…
    Poco magari, ma va messa. Si, sempre meglio che non comperarlo di tasca propria!
    E dato che la mia gamba è l’ospedale e il suo professionale personale medico che me l’hanno devastata, ignoranti maledetti, ora che paghino anche per i problemi che mi hanno creato! E aggiungo anche uno “stronzi”, se per te non è un problema!
    Sai, bastava che, quando hanno capito di aver SBAGLIATO, non se ne fregassero mandandomi in altri ospedali, e dicessero, che la gamba era andata, avrei saputo decidere allora, come ho fatto pochi mesi dopo! Ma almeno avrei avuto pace dal male e dai mille problemi!
    Comunque dai, alla fine la mia ragione a breve sarà pagata, una consolazione da poco a dire il vero, ma almeno potrò avere un minimo risarcimento economico!
    Si, perchè anche se fossero una serie di milioni di euro, i miei 10 anni di vita assurda non me li darebbe indietro nessuno… Pensa che, sono, saranno, poche centinaia di migliaia, e capisci che forse, con il lavoro che facevo, quei soldi li avrei avuti comunque in questi 10 anni…
    Massì, è uno stadio superato, alla fine ora la mia vita è questa, faccio l’artista e sono felice di aver quasi risoldi almeno i dolori e la dipendenza dalla morfina! Scusa se è poco.

    Simpatici gli altri commenti!
    Chissà se qualcuno, dopo 4 anni da questo post, leggerà il mio intervento.
    Sappiano, i disabili, che il segway è possibile averlo come “riconducibile”!
    Andate nella associazione invalidi più vicina che vi spiegano tutto!
    Ribadisco, dovrete pagare una differenza, ma da spendre 500 o 1000, in base al modello, a spenderne 6-7 o più mila euro, cambia no?

    Ciao ciao.

    Luca

  18. Dante

    i miei complimenti Luca x la vitalità che tiri fuori.
    Sono caduto orrendamente in moto e ho deciso x qualcosa tipo il segway.
    E’ certo che si possa girare ovunque sono ammessi i pedoni?

  19. antonio spinelli

    bravo Luca…la vita inzia dalla sofferenza dell’essere e lo comprende meglio chi vi è dentro

Next Articleschool's out \2