Il telefono. la tua voce.

Alan Varghese, che è un analista di Abi research che rilascia interviste su giornali come Week it (e quindi intrinsecamente secondo me è uno con due palle così), ha sentenziato che presto i telefoni fissi moriranno e che sopravvivono tutt’ora solo perchè la gente vuola banda, tanta banda, che i cellulari *ANCORA* non possono dargli. Se è vero che tutti prima o poi avranno un cellulare e che presto il GSM sfonderà quota 2 miliardi nel mondo, è vero anche che le nostre abitudini sono radicalmente cambiate da quando possiamo portarci appresso l’amato/odiato scocciòfono. Ma c’è un limite a tutto. Ecco, io la vecchina di oggi sul 480 che parlava contemporaneamente su DUE cellulari non la capisco. Già fatico a capire il megamanger che ha 3 telefonini, posso comprendere che per l’anziano la fonia mobile sia un modo per non perdere telefonate dai cari, che spesso sono rade e perciò preziose, che la nipotina tra una foto e una videochiamata trovi il tempo di sentire la nonna, ma esiste un limite che non va sorpassato; non importa chi ci sia al centro della scena.