clochard

Mentre aspettavo che il bus partisse, al capolinea, un barbone si è avvicinato ad un cassonetto, ha posato le due grosse buste di plastica che trasportava e s’è messo a ravanare il contenuto del bidone. Ne ha estratto una cialda a cono integra (senza crema perchè il precedente proprietario l’ha ciucciata tutta) e l’ha azzannato. A me queste scene fanno sempre pensare al senso della vita, magari mentre nello stesso momento un tecnologico lettore di mp3 snocciola i DireStraits nelle mie orecchie, alle fortune e alle sfortune, ai casi che trasformano la vita delle persone e cose così… in verità penso anche che se vivi mangiando rifiuti, sorpassate le prime due settimane probabilmente non ti uccide nemmeno la SARS, ma quello che ho pensato oggi subito dopo è stato: "perchè diamine gli ha dato un morso e l’ha rimesso nel bidone?"

EEEEEEEHHHHHHHH, sta venendo freschino… non si può più andare in giro in maniche corte, non si può andare in bagno scalzi in mutande… primi starnuti, inequivocabile segno che è ora di mettersi in testa che l’estate è alle spalle; e quindi via, sotto le coperte. meglio se calde, puffettose e profumate. di una fragranza che non è tua.