clochard

Mentre aspettavo che il bus partisse, al capolinea, un barbone si è avvicinato ad un cassonetto, ha posato le due grosse buste di plastica che trasportava e s’è messo a ravanare il contenuto del bidone. Ne ha estratto una cialda a cono integra (senza crema perchè il precedente proprietario l’ha ciucciata tutta) e l’ha azzannato. A me queste scene fanno sempre pensare al senso della vita, magari mentre nello stesso momento un tecnologico lettore di mp3 snocciola i DireStraits nelle mie orecchie, alle fortune e alle sfortune, ai casi che trasformano la vita delle persone e cose così… in verità penso anche che se vivi mangiando rifiuti, sorpassate le prime due settimane probabilmente non ti uccide nemmeno la SARS, ma quello che ho pensato oggi subito dopo è stato: "perchè diamine gli ha dato un morso e l’ha rimesso nel bidone?"

EEEEEEEHHHHHHHH, sta venendo freschino… non si può più andare in giro in maniche corte, non si può andare in bagno scalzi in mutande… primi starnuti, inequivocabile segno che è ora di mettersi in testa che l’estate è alle spalle; e quindi via, sotto le coperte. meglio se calde, puffettose e profumate. di una fragranza che non è tua.

Filosofia prandiana

Chiaccherata interessante oggi a mensa: partendo da Spiderman-2 ci si interroga sul ruolo dei modelli trasmessi nei film moderni americani e dalla TV italiana (Grande Fratello in primis). Un collega dice che non sopporta che Peter Parker sia sostanzialmente un idiota e che il modello è sbagliato perchè ci fa tendere ad identificarci con una mezza calzetta che si proietta nell’invincibile supereroe, mentre la gente in realtà è diversa. Io non sono d’accordo, perchè dimentichiamo che Spiderman è un prodotto di 30 anni fa, e allora la gente si era stufata dell’uomo d’acciaio che vince sempre; Peter Parker incarna, nel fumetto come nel film, la situazione classica di un ragazzo che viene caricato di responsabilità e ruoli che non vuole e non ha chiesto, ma che deve comunque rivestire per un compiere un bene più grande. Una collega dice che allora, tutto sommato, preferisce guardare il Grande Fratello perchè alla fine quelle persone sono più "vicine" a noi. Sorrido e non rispondo, vicine lo saranno solo temporalmente, io con quelli ho poco a che spartire.

Vabeh, a me han detto che è abbastanza una ca**ta, però questa persona mi ha anche detto "che squallore, han pure gettato le basi per il terzo film, torna Goblin che è il figlio con la maschera del padre… allora nel quarto che fanno? Octopus con più tentacoli?" beh, io mi sono informato, e la storia originale dell’Uomo Ragno è proprio così: il figlio di Norman Osborn assume l’identità di Goblin per vendicarlo. Perchè partire prevenuti? 🙂

Insomma, alla fin fine il momento migliore dell’Uomo Ragno sugli schermi è Massimo Ceccherini che in "fuochi d’artificio" dice: «gli fa ‘na sega il temporale all’uomo ragno» KAAA-KRAAAAAAACCKKKKK 🙂

BancheArmate

QUESTO mi sembra parecchio interessante…

Il mio conto corrente non finanza, stando alla lista, esportazioni di armi, però ho scoperto che sono piccolo azionista di una delle più attive nel settore 🙁 se solo non ci perdessi così tanti soldi le venderei… :°(

Do you remember the 21st night of September? (May)
Love was changing the minds of pretenders
While chasing the clouds away

Our hearts were ringing
In the key that our souls were singing.
As we danced in the night,
Remember how the stars stole the night away

Ba de ya – say do you remember
Ba de ya – dancing in September
Ba de ya – never was a cloudy day

September – Earth wind & fire – The best of vol.1 – 1978

l’ostilità

2 ore per tornare a casa, dall’ufficio coi mezzi pubblici… ma non importa, per ora, tanto leggevo… è triste quando i mastini del posto a sedere, esasperati da mezz’ora di attesa al capolinea, si scannano a morsi, ed è ancora più triste vedere come si mortificano. Aggrava tutto il fatto che la cosa avvenga tra anziani 🙁
Dopo aver fatto fuori (giustamente nel merito, un po meno nei modi e nella maleducazione) i giovani, inizia la lite… io c’ho il bambino mi faccia sedere, io sto male e mi siedo. Ma c’è un terzo anziano, visibilmente provato che ha bisogno di un posto. Io c’ho il bambino e non posso, ah io sto male e questo autobus m’è costato 50 euro, che ho perso il blocchetto dei biglietti e ho preso la multa e mi son sentita male, lo farà sedere qualcun altro. Sono parecchio a disagio, la lite cresce e qualcuno inveisce sulla signora. Che piange e dice all’incirca una cosa così (le parole esatte le ho rimosse tra pagina 265 e pagina 266 da quanto erano orrende) "ah, ora capisco a cosa SERVIVA mio marito, almeno mi portava in giro". Ora, se pensi una cosa così hai evidenti problemi mentali, se l’hai detto per fare la scenata mi disgusti il doppio. Vorrei vomitare, non riesco a concentrarmi sulla lettura 🙁 ma non è finita… più tardi una signora guadagna un posto, salvo vederselo richiedere da un invalido che sventola il tesserino. Io non l’ho visto bene quel tesserino, ma perchè questionare su una cosa così? due ragazzi e la signora, a gran voce rivolgendosi gli uni agli altri, deridono l’invalido "se faccio vedere la tessera dell’Inter va bene lo stesso?" "devi sventolarla per forza in faccia sennò non vale". Non credo che esista altro più a fondo di così. Per fortuna l’invalido ri-estrae la tessera e li zittisce. Stavolta la tessera non la guardo di proposito. non sarebbe mai stata una questione importante che fosse vera o falsa, ora lo è meno che mai.
Vedo allontanarsi velocemente quel carro-bestie, e mi convinco sempre più di aver bisogno di uno scooter; perchè non posso sprecare 3 ore della mia vita tutti i giorni sui mezzi, e perchè dopo giorni così mi sento sporco e vuoto dentro. Il solo essere ESSERE UMANO mi è estraneo.

Disgusto!

+1 per consy ;)

evidentemente neanche i tag generati direttamente da FLASH MX valgono quanto i tuoi 🙂
P.S. schifo per schifo, l’animazione con le palle che girano alla fine non l’ho messa e ho fatto questo in fretta e furia :-PPP

ancora FLASK

ahò, io c’ho riprovato. ma non va. Mi faccio forte del fatto che proprio non si possa perchè (in ordine di importanza):
– se inserisci via HTML solo i tag da "object" a "/object" il pulsante PUBBLICA non è disponibile
– non ho mai visto un blog con un filmino flash dentro a un post
– non ci riesco (vabeh, questa non farebbe testo :-PP )

ooooooohhhhh

Di canzoni romantiche è pieno il mondo.
Un buon numero di esse si basa sulla blasonata associazione cuore/amore, di cui la musica leggera italiana ha fatto ampio sfoggio, mentre un’altra fetta di esse regge la propria romanticità sulla melodia, o sugli strumenti. In effetti la sinestesia tipica "che dolce questa canzone" è di grande effetto, ma se chiedessimo alle persone di descrivere il PERCHE’ di questa sensazione credo che spesso rimarrebbero spiazzate. Beh, è esattamente quel che succede a me quando parlo di Champagne Supernova degli Oasis… certo, sicuramente grande gioco la fa la memoria, le situazioni associate alla canzone, e così credo valga per tutti, ma in questo caso non ho dei gran ricordi piacevoli, almeno non più né meno di tante altre situazioni…

però, sebbene ci siano dei chitarroni distorti e dei suoni "taglienti", è così romantica…

Wake up the dawn and ask her why
A dreamer dreams she never dies
Wipe that tear away now from your eye

Some day you will find me
Caught beneath the landslide
In a champagne supernova in the sky

FLASK

mhh… immaginavo che ci fosse sotto qualcosa… non si possono visualizzare filmati in flash sul blog… peccato, dovrete aspettare per vedere le mie innate doti di smanettone :))

(in realtà il filmino era una ciofeca da dilettante alla prima lezione, ma volevo provare… pazienza ;))

edit ore 00:02: FERMI TUTTI! stasera davanti a una birra, tra due bollicine, ho intravisto una soluzione… presto riproverò 🙂