Roma, 29 lug. – (Adnkronos) – ”Dopo Anna Maria Franzoni, mi occupero’ di Saddam Hussein. Mi ha telefonato la sorella dalla Giordania per chiedermi di far parte del collegio difensore”. Lo rivela l’avvocato Carlo Taormina in un colloquio con ‘Panorama’, in edicola domani.

BENE!! allora speriamo che il risultato della sentenza sia il medesimo

Oggi la mia prima riunione di lavoro… sembra incredibile, ma in 5 anni d’ufficio non ne avevo mai fatte. giusto un paio d’ore, per gradire, in cui dovevo per giunta solo ascoltare… ma è possibile che abbia già mal di testa? 🙂

Tatoo

mi sono accorto che nonostante abbia finito di curarlo con la crema, non ho ancora postato una foto del mio tatuaggio… rimedio subito e ringrazio il Nebbioso per la foto (le altre che ho son più "personali", diciamo così :))
tatoo

jack

probabilmente c’è un Jack in ogni casa… o forse è solo la stagione o il caldo, o chissà cosa (la Natura è sempre un po’ bizzarra e misteriosa nei suoi percorsi mentali)… fattosta che il mio non era così fortunato da avere un pacco di farina biologica integrale dietro al quale nascondersi… ci ha provato dietro le scarpe, e se fosse rimasto lì, quieto, avrebbe rimandato l’inevitabile, o magari sarebbe potuto uscire quatto quatto così come era entrato… l’inevitabile invece ha la maschera nervosa di una mamma infastidita per l’intrusione, gli agguati in stile Vietnam di un papà guerrigliero e la forza del turbinìo di un folletto Vorwerk. E la complicità triste e ipocrita di chi ha attaccato la spina nella corrente ma avrebbe preferito una soluzione con una scatola di cartone

vado anche io :)

La parte di blogosfera che seguo io è un pelo assente da molto tempo… vacanze, amici, poca vena poetica, scazzo, fidanzati… insomma quasi tutti han poco tempo per postare… come vi dicevo da qualche tempo anche io sto trasformando la mia vita e le mie abitudini… e son fiero di dirvi che un altro grande tassello è andato a posto… da oggi ho cambiato ufficio, pur rimanendo nella stessa azienda. E ciò significa inesorabilmente che non potrò seguire più la blogosfera di giorno. Ergo è possibile e molto probabile che notiate un deciso rallentamento nell’aggiornamento dei post e dei commenti, qua come negli altri blog… non importa, sappiate solo che son tanto contento così, avevo proprio bisogno di uno stimolo nuovo e di nuove possibilità di confronto :)))

version 3.0

template versione 3.0… ho dovuto rinunciare ad alcune cose che proprio non ci stanno, ma sono soddisfatto delle modifiche… mi sembra molto più sobrio e soprattuto leggero 🙂 e ho imparato anche qualche altro pezzo di CSS, che non guasta mai 😉

P.S. Ah e l’ho pure testato su Debian con Mozilla Firefox e Konqueror (e funzia bene). Consy lo vedi che ti penso? ;-)))

puzzle

Sono molto contento che nonostante tutto i pezzi si stiano pian piano incastrando al loro posto 🙂

DISCLAIMER!

Noto una proliferazione del disclaimer " questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita’. Non puo’ pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi dell’art. 1 comma III della legge n. 62 del 7.03.2001." Ora, siccome mi pare una cosa condivisa da molti, stavo per metterlo anche io, perchè genericamente so che è connesso a quella ridicola legge che impone di mandare una copia del proprio sito alla biblioteca nazionale, se esso ha una qualche valenza informativa. Il disclaimer, mi sono detto, serve all’autore per evitare questa noia.

MA

c’è sempre un MA… perchè seguire pedissequamente l’operato altrui? prima devo capire (sottofondo: Mission Impossible)
i primi 3 comma dell’Art. 1 della suddetta legge recitano testualmente:

1. Per «prodotto editoriale», ai fini della presente legge, si intende il prodotto realizzato su supporto cartaceo, ivi compreso il libro, o su supporto informatico, destinato alla pubblicazione o, comunque, alla diffusione di informazioni presso il pubblico con ogni mezzo, anche elettronico, o attraverso la radiodiffusione sonora o televisiva, con esclusione dei prodotti discografici o cinematografici.
2. Non costituiscono prodotto editoriale i supporti che riproducono esclusivamente suoni e voci, le opere filmiche ed i prodotti destinati esclusivamente all’informazione aziendale sia ad uso interno sia presso il pubblico. Per «opera filmica» si intende lo spettacolo, con contenuto narrativo o documentaristico, realizzato su supporto di qualsiasi natura, purchè costituente opera dell’ingegno ai sensi della disciplina sul diritto d’autore, destinato originariamente, dal titolare dei diritti di utilizzazione economica, alla programmazione nelle sale cinematografiche ovvero alla diffusione al pubblico attraverso i mezzi audiovisivi.
3. Al prodotto editoriale si applicano le disposizioni di cui all’ articolo 2 della legge 8 febbraio 1948, n. 47. Il prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata, costituente elemento identificativo del prodotto, è sottoposto, altresì, agli obblighi previsti dall’articolo 5 della medesima legge n. 47 del 1948.

Orbene… il comma 3 non dice che se non c’è regolarità di aggiornamento non bisogna mandare il sito, ma esattamente il CONTRARIO, cioè che SE C’E’ regolarità di rientra nel caso dell’invio, mentre il resto è affidato al comma 1, nel quale regolarità o no, rientrano tutti i siti e tutti i blog
Non pretendo di avere in mano una verità assoluta, però se qualcuno mi spiega dove sbaglio nel ragionamento sarei più contento 🙂

E non è detto che il disclaimer non ce lo metta lo stesso, per pararmi il culo

dormire, forse sognare…

ogni giorno sull’autobus c’è una giovane coppia seduta negli ultimi sedili. Probabilmente salgono al capolinea o a qualcuna delle prime fermate, perchè sono DAVVERO seduti quasi sempre negli stessi posti, due seggiolini affiancati, mai uno di fronte all’altro. Lei dorme con la testa sulla di lui spalla, placida mentre è incastonata nel suo collo, lui legge il giornale con la borsa sulle ginocchia, oppure a sua volta sonnecchia (o fa finta) accoccolato sulla bionda chioma della ragazza 
Sono proprio carinissimi entrambi e quando li vedo mi sembra che ogni tanto il mondo giri per il verso giusto

Angeli

A volte è proprio indispensabile avere sul sellino, dietro a te, un angelo custode. Specie se senza casco fa FLAP FLAP e ha una visione completamente differente dalla tua sui rapporti da tenere con le forze dell’ordine 🙂