Cibanza

Girando per pub, locali, trattorie e affini ho assaggiato e bevuto molte cose strane… ho bevuto la SPRAIT, a volte mi son fatto fare dei TOST, m’è anche capitato di chiedere, non senza un lieve imbarazzo derivante dal fatto che NON so pilotare un aereo, un VITEL TONNEAU…
ma il ROSBIF di oggi proprio mi mancava 🙂

W la Trattoria scabeccia di Piazza delle Erbe!!!

E CI VOLEVA TANTO?

Con l’arrivo dell’estate, la stagione nella quale più elevato è il numero di furti, e precisamente dal 30 giugno, gli utenti a cui venisse sottratto il telefonino potranno contattare il proprio operatore mobile e chiederne il blocco. Non avranno indietro l’oggetto ma avranno almeno la soddisfazione di poter infastidire il ladro pur essendo comunque costretti a comprare un nuovo telefonino.

Sul piano tecnico, il blocco viene effettuato attraverso l’ IMEI, il numero che identifica in modo univoco tutti i cellulari: in caso di furto i carrier inibiranno l’uso del telefonino al quale corrisponda l’IMEI comunicato dalla vittima del furto.

Standing alone against the Railways
ovvero: un genovese contro il sistema

Parliamo un po’ delle Ferrovie vah…
Sabato partenza per Ancona munito di: un biglietto andata e ritorno GE-AN e un supplementoo Intercity Bologna-AN. ok ho un Interregionale fino a Bologna… ahahahah ma chi li caga più gli interregionali? al giorno d’oggi? 🙂 invece spacca il minuto… l’intercity (viaggio in piedi in corridoio, tutto occupato) invece PARTE con solo mezz’ora di ritardo e ARRIVA con 40 minuti… mi faccio rimborsare, dopo i 25 minuti è previsto… MA sono in ritardo. ok ci provo domani.
Domenica: "salve, ieri l’intercity ha tardato 40 minuti" "faccia vedere… no spiace, rimborsiamo solo le prenotazioni dei posti a sedere" "cioè oltre il fatto di essermi sparato 2 ore in piedi non mi rimborsate PROPRIO perchè ero in piedi? "si"…
ok allora visto che sono in anticipo cambio il biglietto di ritorno. invece di prendere 2 IC con cambio a Voghera prenoto un Eurostar fino a Milano e da li prenderò l’IC prima, guadagnando un’ora…. "le prenoto anche il posto sull’IC, così eventualmente si fa rimborsare?" "si grazie, speriamo non serva però".
Detto fatto, l’EUROSTAR tarda 24 minuti (orario ufficiale, perchè a 25 rimborsano anche quello) e perdo la coincidenza… vado a farmi cambiare la prenotazione. "non si può, dovrebbe pagarne un’altra" "figuriamoci! e se non c’è posto a sedere su questo?" "sta in piedi" "ma così non mi rimborsano" "è così" "vaffanculo" "e ora che me l’hai detto stai meglio?" "si, ma se vuoi te ne dico ancora"…
morale: anche l’IC arriva con 10 minuti di ritardo, il sistema è sbagliato anche se non dico sia fatto apposta, però ci sono troppe norme vessatorie concatenate…
Un consiglio… quando guardate le coincidenze non prendete in considerazione tempi di cambio inferiori ai 20 minuti :-\

E’ stato esattamente quel che doveva essere: una piccola festa per pochi parenti e amici a rallegrare l’ambiente 🙂 (oddio, a tratti l’abbiamo pure TROPPO rallegrato 😛 ) Buffo conoscere lo sposo 3 minuti prima che si sposi no? "ciao, sono Mirko" "ciao io Marco" e dopo 3 minuti "ah, ma Marco – Tambu? l’ho capito ora ciao ciao piacere AAAAAAAAA scusa arriva la sposa devo andare" "eh si, mi sa che è meglio 😉 " Bello bello bello. Una dimostrazione perfetta di come i formalismi non servano a niente, basta che ci siano le cose a cui si tiene ^__^

Ci siamo! domattina vado ad Ancona al matrimonio di una persona che quasi non conosco 🙂 Si, forse ve ne avevo già parlato qualche tempo fa… il fatto è che l’altro giorno ho DAVVERO realizzato che io questa coppia non l’ho mai vista… addirittura lui non l’ho mai sentito neanche al telefono, lei giusto un paio di volte. E’ veramente strano. E poi mi squilla il cellulare "pronto Marco, ciao sono Matteo, si vado giu già Giovedì te quando arrivi? fammi sapere che passo in stazione e ti porto in albergo… ti do il numero di Alex così semmai se non prende chiami lui" (Alex? mai visto in vita mia, so giusto chi è in chat)… è tutto così bello, ma anche così strano… ci conosciamo virtualmente da una vita ma non ci siamo mai visti… sarà il matrimonio forse, ma sono un pelo emozionato. Già, proprio io che di solito spingo per primo per incontrare gente nuova 🙂

Ho letto un trafiletto interessante sulle analogie tra virus biologici ed informatici… c’è una analogia tra "kilobyte" e un termine che non ricordo, inoltre si diceva che i viaggi in aereo hanno reso fulmineo il contagio a livello mondiale, esattamente come Internet ha fatto con i virus informatici… e che a livello globale i virus si diffondono da Est a Ovest: quelli biologici a causa della maggior densità di popolazione asiatica e delle scarse condizioni igieniche, quelli informatici perchè seguono l’alba e si diffondono man mano che i PC si accendono… interessante no? 🙂

E anche  LUI ora ha una faccia, una consistenza e una voce… la blogosfera si fa sempre meno virtuale e sempre più tangibile 🙂