oggi ho visto una cosa molto bella…ero all’ultimo piano del palazzo dove lavoro e guardavo fuori dalla finestra… io lavoro vicino al centro storico di Genova, e la vista che c’era era all’incirca quella della foto, solo che ero più vicino ai tetti e dietro c’era il mare… oggi era una bella giornata, il mare scintillava ed era di diverse tonalità di blu, a tratti era verde… inoltre si vedeva tutta la costa montuosa di Ponente, fin quesi a Savona :-)) avrei voluto star lì un altro pò ma dovevo lavorare 🙁 era una cosa molto gradevole e rilassante, mi dava una sensazione di pace incredibile… di quelle cose romaticose che si vedono solo in TV, ma fangùl a tutto il mondo, li c’ero solo io e questo è tutto. se ce la faccio domani ci torno.

Come dicevo qualche giorno fa, le piccole cose son importanti, i dettagli son fondamentali… però non bisogna idealizzare tutto, non fare mai i castelli in aria… questa volta è andata meglio dell’ultima tragedia di cui non vi racconto niente… diciamo che questa volta la notizia m’ha lasciato perplesso, ma l’ho presa benino, il castello non era ancora grosso grosso… i disegni sulla sabbia si cancellano con una sola onda 🙂 che poi voglio dire? perchè cancellare? ma soprattutto perchè queste frasi così criptiche? Tambu non crederai di fare il poeta con ‘ste 4 scemate? nono, è che vorrei scrivere tutto per filo e per segno (compresi nomi cognomi nick fatti e luoghi) ma non mi va di tirare in mezzo altre persone… allora alla fine esce questa marmellata.

Mi mancano alcune cose in questo periodo, ma non posso tuttavia dire che sia un brutto periodo… è un periodo medio 😛 anzi, citiamo un pò Elio & le storie tese vah:
Nel boschetto della mia fantasia c’e’ un fottio di animaletti un po’ matti inventati da me, che mi fanno ridere quando sono triste, che mi fanno ridere quando sono felice, che mi fanno ridere quando sono medio; in pratica mi fanno ridere sempre, quel fottio di animaletti inventati da me.