Avere un dono e considerarlo male è sbagliato? E’ veramente un periodo che mi rendo conto che quello che scrivo e dico spesso serve alla gente che mi legge/ascolta… ma non perchè in fondo siano bei pensieri (anzi, spero che un pò lo siano) ma perchè son scritti/detti bene, con belle parole… OK son sempre stato abbastanza bravo con i temi e l’italiano in genere, chi mi legge in chat sa quanto sia pignolo nel correggere gli errori di concetto altrui (soprattutto i congiuntivi :-)), ma forse non sarebbe bene essere apprezzati per quello che uno pensa? dico SOLO per quello? Mi rendo conto che a volte dico o scrivo cose che magari non penso al 100%, ma che so faranno piacere a chi le leggerà e mi interrogo sul significato di ciò… do un’impressione sbagliata di me forse, magari appaio come il vecchio saggio che ha quasi sempre una buona parola per tutti, quasi un consulente psicologico… quando scrivo le email forbite al mio capo (ok, è una brava persona, però è leggermente ignorantello :-)) lui secondo me manco le capisce tutte, però è contento, dice che lavoro bene!! sono un pò confuso… io lo paragono a "intortare" le persone, ma mi rendo anche conto che spesso porto una piccola dose di felicità (parolone) nelle loro vite. Forse sottovaluto chi mi legge, pensando che si faccia traviare dalla forma e non dal contenuto, e invece dovrei smetterla di pensare male di me e degli altri. boh!